Assoviaggi: il credito d’imposta diventa orizzontale

Diretta Facebook per l’associazione, che entra nei dettagli dell’articolo 19 del Decreto rilancio divenuto attuativo

Non è un “click day”, ma certo le agenzie hanno bisogno di capire e Assoviaggi, presieduta da Gianni Rebecchi, viene loro incontro con la professionalità di Francesco Seminara, consulente Confesercenti, per far luce, in una diretta Facebook, su quello che sta accadendo in merito a bonus affitti, tax credit, contributi a fondo perduto.

 

“La novità è nel fatto che il Decreto Rilancio vede una rilettura specifica sul credito di imposta e sul bonus affitti e sulla modalità di utilizzo di questi, in compensazione orizzontale", spiega Rebecchi alle agenzie. Questo significa che il credito di imposta diventa una sorta di “buono” con cui compensare ciò che si deve allo Stato e si può anche cedere al locatore in sostituzione del bonus affitto.

 

“Attendiamo ora di capire in una circolare se questa cedibilità è applicabile anche agli istituti finanziari”, specifica Rebecchi.

 

Il credito di imposta è applicabile a marzo, aprile, maggio se si è avuto un fatturato al di sotto del 50% dello stesso mese lo scorso anno.

 

Una cosa è stata chiarita: il tax credit è commisurato all’importo versato nel periodo d’imposta 2020 con riferimento a ciascuno dei mesi ed è un finanziamento di tipo operativo, pensato per andare avanti nella propria impresa. La convenienza ad usarlo è molto soggettiva. Sicuramente Assoviaggi, si batte con un una proposta di emendamento per la sua estensione a periodi successivi.