Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /var/ftp/assoviaggi/config.inc.php on line 186 Rebecchi, i mantovani vanno in vacanza in Africa: Tunisia, Mar Rosso e Kenya | ASSOVIAGGI


Rebecchi, i mantovani vanno in vacanza in Africa: Tunisia, Mar Rosso e Kenya

L'osservatorio di Assoviaggi Mantova: scemata la paura globale l'Italia è in flessione. Boom di richieste per le crociere

II Belpaese ha ancora il suo fascino, ma adesso sotto il trucco s'intravedono le rughe a segnalarne l'affanno. Dati alla mano, quest'estate l'Italia è in calo nella classifica delle mete preferite, sia dagli "indigeni" (mantovani compresi) sia dagli stranieri.

 

Vero, la flessione è contenuta - la stima è di 2 milioni di turisti rispetto a un esercito largo 89 milionidivacanzieri-masempre flessione è. «Il dato è interpretabile attraverso due dinamiche - interviene Gianni Rebecchi, presidente nazionale di Assoviaggi Confesercenti. Fino a ieri l'Italia ha goduto delle preferenze dei turisti perché percepito come un paese più sicuro rispetto ad altri, adesso che la paura globale è scemata, stanno riprendendo quota altre mete come il Mar Rosso».

 

E fin qui si tratta di dinamiche che passano sopra le teste per rimestare nella pancia delle ansie collettive. Il guaio è che il Belpaese è anche poco competitivo: «Iva, tasse di soggiorno e costi di gestione ci penalizzano - lamenta Rebecchi - l'Italia è gravata da lacune che la frenano sul mercato globale». Morale, se nel 2018 Sicilia e Puglia andavano alla grande, quest'anno una fetta di turisti ha scelto di tuffarsi altrove (anche se il richiamo delle Eolie continua ad attirare frotte di visitatori). Nell'azzurro del Mar Rosso, ad esempio, dove in alta stagione una settimana di vacanza per una famiglia di tre persone in un albergo a 5 stelle con volo da Verona, formula all inclusive, mare splendido e barriera corallina, costa 2.200 euro.

 

Stringendo il fuoco su Mantova per attingere al database di Geo Travel Network (che rappresenta la maggioranza delle agenzie di viaggio della provincia), si trovano conferme alle tendenze nazionali: la stella dell'estate 2019 è la Tunisia, meta riaperta alla grande, seguita a ruota dall'Egitto, con un + 86% di vendite rispetto al 2018. Molto battuta anche la rotta per la Giordania, proposta in abbinata con Israele (+19,7%), e sempre efficace il richiamo del Kenya (+38%). Percentuali, queste, che riscrivono la geografia delle vacanze : a farne le spese sono le Baleari (-15%) e i Caraibi (-30% per Cuba). Tiene botta la Grecia (-4,2%), baciata l'anno scorso da quello che Rebecchi definisce un «boom incredibile».

 

A livello di tendenze, accanto alla crescita dei viaggi culturali (+18,2%), Assoviaggi Mantova registra il rinnovato appeal delle crociere (+18,9%). Roba da vecchi? «Per niente, grazie a una politica di pricing molto aggressiva, le crociere hanno conquistato un pubblico trasversale, dalle coppie in viaggio di nozze e alle comitive di ragazzi».

 

Domanda: quanto costerebbe una settimana a zonzo per il Mediterraneo alla stessa famiglia del Mar Rosso? «In questo caso ci sono tante variabili da considerare - risponde Rebecchi - come la po sizione della cabina, ma possiamo stimare 2.500 euro». Mete a parte, ad allargare il sorriso delle agenzie di viaggio è il +9% sul venduto complessivo nella provincia di Mantova: troppe offerte e poche garanzie per i turisti fai da te tra le onde del web.

 

stralcio da Gazzetta di Mantova